Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Spondilite Anchilosante

Esami e Diagnosi della Spondilite Anchilosante


A- A+

La diagnosi della Spondilite Anchilosante non è facile. La persona affetta da questa malattia può sentire i sintomi prima che si possano osservar dei cambiamenti, mediante raggi X, nell’anatomia della colonna vertebrale, come la crescita di osso o la fusione delle articolazioni.

Una diagnosi precoce è importante per iniziare il trattamento prima che la malattia e il dolore che provoca aumentino troppo. In questo modo i pazienti possono mantenere una migliore flessibilità e capacità di movimento.

Non esiste un test diretto per diagnosticare la Spondilite. Un esame clinico, dei raggi X o una risonanza magnetica della colonna vertebrale che ne mostrano i cambiamenti, così come un esame del sangue genetico sono gli strumenti di diagnostica usuali.

Prova radiografica

Le radiografie sono uno degli strumenti comunemente utilizzati per determinare l’esistenza di Spondilite Anchilosante. Una Tomografia computerizzata o una Risonanza Magnetica potrebbero essere necessari per valutare le ossa e i tessuti molli (ad esempio il midollo spinale) in modo più approfondito. Questi test rivelano i cambiamenti che si sono verificati nella colonna vertebrale affetta da Spondilite Anchilosante. I seguenti sono i segni più caratteristici:

  • Le modifiche delle articolazioni sacro-iliache
  • Diminuzione della cartilagine nelle faccette articolari, che possono fondersi
  • Perdita di valore normale della curvatura della colonna vertebrale: cifosi anomala e/o lordosi
  • Fratture in alcune parti della colonna vertebrale. La TAC o la Risonanza Magnetica sono in grado di rilevare sanguinamento epidurale che è comune nelle fratture della colonna vertebrale. Questa emorragia potrebbe causare un ematoma che comprime i nervi della zona. Le fratture portano a problemi neurologici e alla deformità della colonna vertebrale
  • Le vertebre lombari possono acquisire forme anormali, quadrangolari, a causa dell’erosione che si verifica in luoghi dove l'osso trova tessuto fibroso durante la fase infiammatoria
  • Colonna a forma di "canna di bambù", tipica della Spondilite Anchilosante. I risultati dell’ossificazione dell'anello fibroso (parte esterna del disco intervertebrale che ammortizza tra le vertebre), il legamento che corre lungo la parte anteriore della colonna vertebrale e i ponti ossei che si formano tra gli spazi intervertebrali. Con il tempo, la colonna può acquisire l’apparenza di una lunga canna di bambù.
Pagine
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.