Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Mal di Schiena

Fisioterapia per il Mal di Schiena


A- A+

È molto probabile che tu debba ricorrere ad un fisioterapista per poter veramente alleviare il tuo mal di schiena

Il o la fisioterapista lavorerà assieme a te per aiutarti a recuperare la mobilità nelle zone del corpo colpite e che si possono curare rapidamente.

Un aspetto molto importante della fisioterapia consiste nel fatto che il fisioterapista ti insegnerà anche diverse forme di minimizzare la possibilità di soffrire dolori in futuro. La fisioterapia include trattamenti attivi e passivi. I trattamenti passivi aiutano a che il tuo corpo si rilassi e il dolore diminuisca. Sono chiamati passivi perché il paziente non deve partecipare attivamente (con attività fisica) affinchè siano efficaci.

In generale un programma di fisioterapia inizia con trattamenti passivi. Tuttavia, l'obiettivo è quello di riportare la parte del corpo colpita ad uno stato stabile affinchè sia preparata per realizzare trattamenti attivi, che non sono altro che esercizi terapeutici guidati che rendono più flessibile e rinforzano il corpo.

Trattamenti passivi

Il fisioterapista potrebbe iniziare con i seguenti trattamenti:

  • Massaggio del tessuto profondo. Questa tecnica agisce sulle contratture dei muscoli che probabilmente trovano la loro origine nello stress della vita quotidiana. Potresti anche soffrire di contratture o tensioni muscolari dovute a consumo o schiacciamenti muscolari. Il terapista esercita con le sue mani una pressione diretta e friziona per tentare di alleviare la tensione nei tessuti molli come legamenti, tendini e muscoli.

  • Terapie di caldo e freddo. Il fisioterapista può alternare tra terapie di freddo e caldo. Usando il calore, fa in modo che circoli più sangue nell'area interessata: un aumento del flusso sanguigno porta più ossigeno al cervello e nutrimento all'area. I prodotti di scarto che generano le contratture muscolari vengono così ritirati dal maggior flusso di sangue, che aiuta alla guarigione.

    La terapia del freddo, chiamata anche crioterapia, aiuta a ridurre l'infiammazione, le contratture muscolari e il dolore. Potrebbero metterti una borsa d'acqua fredda sull'area interessata o anche farti un massaggio con ghiaccio. Dopo la terapia del freddo, il fisioterapista può lavorare assieme a te per stirare i muscoli interessati.

  • Stimolazione elettrico nervosa transcutanea (TENS). Una macchina tens utilizza corrente elettrica a bassa intensità variabile per stimolare i muscoli. Sembra qualcosa di pericoloso però in realtà non è per niente doloroso. Si attaccano degli elettrodi alla pelle e questi inviano una leggera corrente elettrica a dei punti chiave.

    Il tens contribuisce a ridurre le contrazioni muscolari e si pensa che attivi la produzione di endorfine, che sono dei calmanti del dolore che produce naturalmente il corpo umano. Esistono anche piccoli apparecchi di tens ad uso domestico che si possono utilizzare in casa, sempre e quando il medico specialista lo consideri conveniente.

  • Ultrasuoni. All'aumentare la circolazione sanguigna, gli ultrasuoni aiutano a ridurre le contrazioni muscolari, crampi, infiammazioni, rigidità e il dolore.
    Questo effetto si produce perchè la macchina di ultrasuoni invia onde di suono che arrivano fino alla parte profonda dei tessuti muscolari, generando un leggero calore che facilita la circolazione e la guarigione.


Trattamenti attivi

Nella parte attiva della fisioterapia, il terapista ti insegnerà diversi esercizi per migliorare la flessibilità, la forza e la stabilità dei muscoli addominali, della schiena e dei glutei, così come la gamma di movimenti delle tue articolazioni.

Ogni programma di terapia fisica è individualizzato, in funzione del passato medico e dello stato di salute del paziente. Il tipo di esercizi che realizzi potrebbero non essere adatti per un'altra persona che soffre di mal di schiena, specialmente perché i dolori potrebbero non essere determinati dalla stessa causa.

Se è necessario, imparerai come correggere la tua postura e incorporare principi ergonomici alle tue attività quotidiane. L'idea è che tu sia cosciente delle tue cattive abitudini posturali, che impari buone abitudini e principi posturali e che in seguito li metta in pratica per prenderti cura della tua schiena.

Il tuo fisioterapista potrebbe anche suggerire un programma di esercizi personalizzato che dovresti realizzare periodicamente. In questo modo si riduce la possibilità che il mal di schiena ritorni e inoltre si mantiene un buono stato di salute generale.

Ultimo aggiornamento: 26/07/2012

Articoli su questo tema

Pagine
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.