Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Lombalgia

Anatomia della Lombalgia

Carlotta

A- A+

La Lombalgia è il risultato di una lesione nella struttura della schiena. Se dedichiamo un pò di tempo per vedere come funziona la nostra colonna vertebrale, capiremo meglio che cosa causa il dolore, perché lo causa e come possiamo prevenirlo.

La nostra colonna è un organo vitale del corpo, aiuta a sostenere una parte importante del peso corporeo, permette la mobilità del tronco con una grande flessibilità e protegge il midollo spinale. 
Si compone di 33 ossa chiamate vertebre ed è suddivisa in zone o regioni: collo (colonna cervicale), schiena media (colonna dorsale o toracica) e la parte bassa della schiena (colonna lombare). Alla base della colonna ci sono le ossa sacrali e il Coccige.

Le vertebre del collo sono numerate da C1 a C7, il che significa che ci sono sette vertebre in questa zona. La maggior parte degli adulti hanno 12 vertebre della colonna dorsale (T1-T12) che va dall'altezza delle spalle fino alle anche. Poi ci sono cinque vertebre lombari (L1-L5) e sotto di loro si trova l'Osso Sacro che è costituito da cinque vertebre tra le ossa del bacino. Negli adulti queste ossa si fondono in un unico pezzo. Il Coccige è composto da piccole ossa fuse insieme, nella parte finale della colonna.

Nella parte posteriore delle vertebre, si trovano le faccette articolari. Queste articolazioni, come tutte le articolazioni del corpo, contribuiscono a facilitare il movimento e sono molto importanti per la flessibilità.

Un'altra parte delle ossa vertebrali sono i peduncoli, che si trovano ai lati delle vertebre e fanno parte delle "mura" del canale spinale.
Tra le vertebre ci sono i dischi intervertebrali. I dischi agiscono come degli ammortizzatori nella colonna quando si muove. Ogni disco è costituito da una parte esterna chiamata anello fibroso e una sostanza gelatinosa interna chiamato nucleo polposo.

Entrambe, vertebre e dischi, offrono una sorta di "tunnel protettore" (il canale spinale) attraverso cui passano il midollo spinale e i nervi spinali. Questi nervi attraversano il centro della vertebra e si diramano in varie parti del corpo: sono ciò che ci danno sensibilità e ci permettono di muoverci.

Nella schiena ci sono anche muscoli, legamenti, tendini e vasi sanguigni. I muscoli permettono il movimento. I legamenti sono forti fasce flessibili di tessuto che collegano le ossa. I tendini collegano i muscoli alle ossa e ai dischi. I vasi sanguigni forniscono il nutrimento. Tutte queste parti agiscono insieme in modo da permetterci di muoverci.

Il mal di schiena può derivare da danni a una o più di queste parti del corpo. Lesioni a muscoli, legamenti e tendini possono provocare ferite che non sono generalmente considerate gravi.

Tuttavia le lesioni alle ossa, ai nervi o ai vasi sanguigni possono essere gravi. Inoltre, gli strati esterni dei dischi intervertebrali possono usurarsi o rompersi, dando luogo a un rigonfiamento del loro anello fibroso (corona circolare) o del loro nucleo polposo. Ognuna di queste lesioni può causare infiammazione e dolore.                                                                  

Ultima attualizzazione: 26/04/2012

 

Articoli su questo tema

Pagine
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.