Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Fibromialgia

Sintomi della Fibromialgia


A- A+

La Fibromialgia presenta i seguenti sintomi:

Dolore cronico e diffuso. È il sintomo principale. Il dolore è diffuso, anche se spesso sentito con particolare sensibilità in alcune zone del corpo. Queste aree di dolore sono chiamate punti di sensibilità.

I medici hanno classificato 18 punti sensibili situati nel collo, gomiti, torace, schiena, fianchi, glutei, polpacci e ginocchia. Queste aree sensibili sono piccole, di solito delle dimensioni di una moneta da 10 cent e si trovano in prossimità delle articolazioni.

Uno dei principali modi che i medici hanno per diagnosticare la Fibromialgia è se un paziente sente dolore in almeno 11 dei 18 punti sensibili (per saperne di più leggi l’apparato "Esami e Diagnosi della Fibromialgia”).

Il dolore associato alla Fibromialgia non è limitato ai punti di sensibilità. Spesso è generale e intenso e si possono sentire come fitte, un bruciore o dolore.
Le persone con Fibromialgia tendono a svegliarsi con dolori e rigidità del corpo.

In alcuni pazienti, il dolore migliora durante il giorno e peggiora di notte. Alcune persone provano dolore durante tutto il giorno. Il dolore può aumentare con l'attività fisica, il tempo umido o freddo, l'ansia e lo stress.

La Fibromialgia è una malattia cronica. A volte i sintomi migliorano. A volte il dolore può peggiorare e continuare per mesi o anni.

Esaurimento fisico. La maggior parte delle persone affette da Fibromialgia sperimentano una stanchezza intensa, quasi invalidante. Non è la fatica che potremmo sentire dopo una lunga giornata di lavoro. È così forte che molte persone quando si svegliano la mattina si sentono stanche come quando sono andate a dormire la notte prima.

Pertanto, la Fibromialgia è spesso connessa con la sindrome da stanchezza cronica. Questo esaurimento fisico tende ad aggravare gli altri sintomi, soprattutto il dolore.

Problemi di sonno. La ricerca dimostra che i pazienti affetti da Fibromialgia esperimentano focolai di attività cerebrale durante i periodi di sonno profondo. Questi disturbi impediscono che i pazienti possano avere un sonno riposante.

Ansia e/o depressione. I cambiamenti di personalità e depressione sono spesso associati alla Fibromialgia. Forse perché si ritiene che il trauma emotivo può essere una possibile causa della malattia. D'altra parte, essendo i sintomi così dolorosi, molti pazienti si isolano socialmente.

Il dolore, l'affaticamento, i disturbi del sonno e la depressione sono i sintomi più comuni della Fibromialgia. Altri sintomi che possono essere presenti sono:

  • Difficoltà di concentrazione e a ricordare
  • Vertigini
  • Dolore durante e dopo l’esercizio fisico
  • Dolore mestruale forte
  • Sensibilità al tatto, luce e suono
  • Rigidità al mattino e quando si rimane in una posizione per troppo tempo.

Molte malattie si sovrappongono alla Fibromialgia. I ricercatori non sono ancora stati in grado di determinare con precisione le relazioni tra queste malattie. Quelle che comunemente coesistono includono:

  • Sindrome dell'intestino irritabile (dolore addominale, nausea, diarrea e/o costipazione)
  • Vescica irritabile (aumento della frequenza urinaria)
  • Emicrania
  • Sindrome di Raynaud (si verifica quando la circolazione del sangue ai tessuti superficiali delle mani e dei piedi diminuisce temporaneamente, causando freddo o intorpidimento)
  • La sindrome delle gambe senza riposo (un disturbo del sistema nervoso che causa movimenti permanenti del braccio o della gamba)
  • Disturbo articolare (caratterizzata da dolori ai muscoli della faccia e di solito vicino all’orecchio, tempie e/o collo, causato dal movimento della mascella)

È importante ricordare che la Fibromialgia è una malattia poco conosciuta e spesso diagnosticata erroneamente come se si trattasse di un disturbo con sintomi simili (come l'artrite reumatoide).
Per garantire che ti è stata diagnosticata correttamente, presta attenzione ai sintomi, non importa quanto sottili. È utile tenere un registro giornaliero della gravità del dolore. In questo modo potrai parlare con il tuo medico in un modo più preciso.


Ultima attualizzazione: 04/05/2012

 

 

Articoli su questo tema

Pagine
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.