Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Ernia del Disco

Fisioterapia per l'Ernia del Disco

Spesso la Fisioterapia gioca un ruolo molto importante nel trattamento del dolore causato da un'ernia del disco. I suoi metodi non solo offrono sollievo immediato al dolore, ma anche svolgono un lavoro di prevenzione per recidive o altre problematiche connesse.

Esistono una varietà di tecniche di Fisioterapia, che possiamo dividere in due gruppi: le passive e le attive.

Trattamenti Passivi 

Il tuo programma di Fisioterapia in generale inizierà con dei trattamenti passivi. I trattamenti passivi rilassano il corpo e includono massaggi del tessuto profondo, terapie di freddo e caldo, stimolazione elettrica (TENS) e idroterapia. Una volta che si sono normalizzati i tessuti, inizierai i trattamenti attivi per rinforzarlo e prevenire dolori futuri. Il tuo fisioterapista lavorerà assieme a te per sviluppare un piano che si adatti alle tue necessità, sulla base di: 

  • Massaggio del tessuto profondo. Ci sono oltre 100 diversi tipi di massaggio, ma questa è la scelta ideale se si soffre di un'ernia del disco. Il fisioterapista applica, con le sue mani, una forte pressione sui muscoli per alleviare la tensione muscolare in profondità e le contratture antalgiche esistenti, che sono il risultato di una reazione naturale del corpo per evitare di ridurre il movimento delle articolare nella zona interessata e quindi ridurre il rischio di ulteriori lesioni.

  • La terapia di caldo e freddo. Entrambe le terapie, di freddo e calore, offrono i loro propri benefici e l'operatore può alternarle per ottenere i migliori risultati.

    Il fisioterapista può usare il calore per aumentare il flusso sanguigno nella zona interessata (iperemia). Il sangue aiuta la guarigione della zona fornendo ossigeno supplementare e sostanze nutritive.

    D'altra parte, la terapia del freddo diminuisce la circolazione (crioterapia). Il suo effettoconsiste nel ridurre infiammazioni, spasmi muscolari e dolore. Il fisioterapista può mettere un impacco di ghiaccio sulla zona colpita, fare massaggio con il ghiaccio o anche usare uno spray noto come fluorometano per alleviare i tessuti infiammati.

  • Idroterapia. Come suggerisce il nome, l'idroterapia sfrutta le proprietà fisiche dell'acqua. Si tratta di un trattamento di base che richiede unicamente che ci immergiamo in una piscina per svolgere del movimento. L'Idroterapia allevia il dolore e rilassa i muscoli, grazie alla temperatura dei muscoli che varia dai 32 ai 38 gradi e alle sue proprietà fisiche (microgravitarie).
     
  • TENS (stimolazione nervosa elettrica transcutanea). Una macchina TENS utilizza la corrente elettrica per stimolare il tessuto sottostante. Al dirlo sembra intimidante, ma in realtà non è doloroso. Gli elettrodi sono collegati alla pelle e inviano un lieve flusso di corrente elettrica ai punti chiave dei canali nervosi che permettono una riduzione del dolore. La TENS si crede che attivi la secrezione di endorfine, che sono gli antidolorifici naturali del corpo.
     
  • Trazione. Lo scopo della trazione è quello di ridurre gli effetti della gravità sulla colonna vertebrale. Separando delicatamente le ossa, si cerca di decomprimere la struttura del rachide interessata e ridurre l'ernia del disco. L'obiettivo è quello di ridurre l'ernia del disco. Si può fare nella colonna cervicale o lombare.

 

 Trattamenti Attivi

I trattamenti attivi contribuiscono a migliorare la flessibilità, la postura, la forza, la stabilità e il movimento delle articolazioni. Un programma di esercizi fisici è essenziale per ottenere risultati ottimali. L'attività fisica non solo allevia dal dolore ricorrente, ma da benefici anche alla vostra salute in generale. Il tuo fisioterapista lavorerà con te per sviluppare un programma basato su una diagnosi specifica e sulla tua anamnesi medica.

Attenzione: una volta che hai il tuo programma di allenamento, preoccupati di svolgerlo regolarmente, altrimenti non riceverai tutti i suoi benefici.

  • Stabilità del baricentro. Molte persone non capiscono quanto sia importante per la salute della colonna avere un baricentro stabile. I muscoli addominali sono utilizzati in sinergia con i muscoli della schiena che sostengono e supportano la colonna vertebrale. Se i muscoli della fascia addominale sono deboli, i muscoli della schiena devono sopportare peso extra.

  • Flessibilità. È importante eseguire le tecniche corrette di stretching e flessibilità del corpo che ti preparano per gli esercizi aerobici e di forza. Un corpo flessibile si muove più facilmente ed evita la rigidità che è la causa di molte patologie muscolo-scheletriche.

  • Rafforzamento muscolare. I muscoli forti sono il miglior supporto per la schiena e per il controllo del dolore.

 

L'importanza del "Prendersi cura di sè"

Il tuo fisioterapista ti insegnerà il modo di rafforzare la condizione della tua schiena per evitare il dolore in futuro. Inoltre ti orienterà nei principi di "come prendersi cura di sé", in modo che tu possa capire come trattare al meglio i tuoi sintomi.

L'obiettivo è di imparare a percepire le conoscenze necessarie per mantenere uno stile di vita privo di dolore. È importante che impari a capire la condizione della tua schiena dopo che si è conclusa la terapia. 

Attenzione: una volta che hai il tuo programma di esercizi, preoccupati di realizzarli abitualmente, al contrario non riceverai tutti i benefici possibili.

La triste verità è che una volta che è passato il dolore, non applichiamo in maniera abituale le lezioni che apprese durante la fiositerapia. Se è il tuo caso, puoi stare certo che non sfrutterai dei risultati ottenuti a lungo termine e le ricadute saranno più comuni. 

Prenditi cura della tua schiena, ricordati che lei ti sostiene durante la giornata. I dolori futuri causati da un'ernia del disco si possono prevenire se sviluppi vita sana con del movimento e una postura adeguata.

 

Ultima attualizzazione: 19 Luglio 2012

 

 

Articoli su questo tema

Pįginas
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.