Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Ernia del Disco

Anatomia dell'Ernia del Disco


A- A+

Per poter capire che cosa succede nel nostro corpo quando si produce un'ernia discale, dobbiamo iniziare con il sapere, anche se in modo generico, come funziona la nostra colonna vertebrale.


La colonna vertebrale

Cominciamo con il dire che la colonna vertebrale è un organo complesso del corpo umano ed è costituito da varie parti. La colonna è composta da 33 ossa chiamate vertebre, che si trovano posizionate una sopra l'altra, formando un'unica struttura.

Le vertebre sono separate da anelli di cartilagine, meglio conosciuti come dischi intervertebrali (ossia quelli di nostro interesse).

Questi dischi servono da piccoli ammortizzatori che assorbono gli impatti e le forze che si verificano tra le vertebre per effetto del peso corporeo. Hanno anche un ruolo importante nella capacità di movimento delle persone, poiché trasmettono la mobilità e la flessibilità alla colonna vertebrale.

Formano parte della colonna vertebrale anche muscoli, legamenti, tendini e vasi sanguigni. I muscoli sono tessuti che attivano i movimenti. I legamenti sono forti fasce di tessuto elastico e fibroso che collegano le ossa. I tendini collegano i muscoli con le ossa e i dischi. I vasi sanguigni forniscono le sostanze nutritive necessarie per il funzionamento di tutto il sistema. Tutte queste parti agiscono simultaneamente in modo da permetterti di muoverti.

Insieme, le vertebre e i dischi, creano un canale di protezione chiamato canale spinale, o canale rachideo, attraverso il quale passano il midollo spinale e i nervi spinali. I nervi lasciano il midollo spinale dal centro delle vertebre e si estendono a diverse parti del corpo, trasmettendo le informazioni elaborate dal cervello.


Come si producono le ernie del disco da un punto di vista anatomico? 

I Dischi intervertebrali sono formati da due parti:

a) Nucleo polposo: è situato nel centro del disco e ha un alto contenuto d'acqua. Questo fluido si perde con il passare del tempo, influenzando così la flessibilità e la forza del disco.
Avete mai osservato quanto è limitata la mobilità degli anziani? Una delle ragioni di questa limitazione è l'usura dei dischi durante l'uso prolungato nel corso degli anni.

b) Anello fibroso: è lo strato più esterno del disco. Si tratta di un anello di collagene che circonda il nucleo polposo proteggendolo. Quando quest’anello perde la sua forma o si rompe per qualche motivo, il contenuto del disco (cioè il nucleo polposo) esce invadendo il canale spinale e creando un’Ernia del Disco.

In generale, è il nucleo polposo ciò che provoca i sintomi dell’ernia del disco e succede quando, per qualche ragione, fuoriesce dalla sua posizione normale nel canale spinale o in qualche posto dove passano i nervi e comprime il midollo spinale o le radici nervose.

Le ernie del disco si verificano soprattutto nella parte bassa della schiena (zona lombare). Questo perché la colonna lombare carica la maggior parte del peso corporeo. Se l'ernia comprime un nervo può causare dolori che si diffondono ad altre parti del corpo.
Il grado di dolore associato alla rottura di un disco dipende spesso dalla quantità di materiale che è trapelato fuori dall’anello fibroso e che sta comprimendo il nervo.

Ci sono diversi gradi di coinvolgimento del disco in funzione del grado di spostamento del nucleo. Tutti questi casi si chiamano in linguaggio comune Ernia del Disco. Tuttavia, in linguaggio strettamente medico-tecnico si parla di Ernia del Disco solo quando il materiale all'interno del disco fuoriesce dall’anello rompendolo.

Se vuoi saperne di più sui vari gradi di danneggiamento ed evoluzione di un’Ernia del Disco, consulta l'area "Cause” nella Sezione dell’Ernia del Disco.

 

Ultima attualizzazione: 26/04/2012

 

Articoli su questo tema

Pagine
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.