Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

colonna

dischi intervertebrali

 

LA COLONNA VERTEBRALE

La colonna vertebrale è un organo complesso del corpo umano formato da parti distinte.

La colonna è costituita da 33 ossa chiamate vertebre, che si trovano posizionate e articolate una sopra l’altra formando una sola struttura.

Le vertebre della colonna sono separate tra loro da degli anelli cartilaginosi, più conosciuti come dischi intervertebrali (esattamente i dischi che ci interessano).

Questi dischi servono come piccoli ammortizzatori che assorbono le forze e gli impatti che si producono tra le vertebre per effetto del peso del corpo. Giocano anche un ruolo molto importante nella capacità di movimento delle persone, giacché trasmettono mobilità e flessibilità alla colonna vertebrale.

Le altre parti che compongono la colonna sono muscoli, legamenti, tendini e vasi sanguigni.

I muscoli sono tessuti che attivano i movimenti. I legamenti sono fasce elastiche e forti di tessuto fibroso che attivano i movimenti. I tendini collegano i muscoli con le ossa e i dischi. I vasi sanguigni forniscono i nutrimenti necessari affinché tutto il sistema funzioni.

Tutte queste parti attuano simultaneamente per permetterci di muoverci.

Assieme, le vertebre e i dischi, creano un canale di protezione chiamato canale spinale o canale rachideo, attraverso il quale passa il midollo spinale e i nervi spinali. I nervi escono dal midollo spinale dal centro delle vertebre e si estendono verso le carie parti del corpo trasmettendo le informazioni processate dal cervello.


I DISCHI INTERVERTEBRALI

I dischi intervertebrali sono formati da due parti:

 

a)   Il Nucleo polposo. È situato nel centro del disco e ha un alto contenuto d’acqua. Questo contenuto liquido si perde con il passare del tempo, influendo sulla flessibilità e resistenza del disco. Hai osservato a volte com’è limitata la mobilità degli anziani? Una delle ragioni di questa limitazione è il deterioramento e il consumo dei dischi per il loro uso prolungato durante gli anni.

 

b)   L’Anello fibroso. È la parte esterna del disco. Si tratta di un anello formato da collagene che avvolge il nucleo polposo proteggendolo. Quando quest’anello perde la sua forma o si consuma per qualche motivo, il contenuto del disco (ossia il nucleo polposo) esce invadendo il midollo spinale e si produce così un’ernia del disco. In generale, è il nucleo polposo ciò che provoca i sintomi dell’ernia del disco, e lo fa quando per qualche motivo esce dalla sua posizione normale verso il canale spinale o alcun luogo attraverso il quale passano i nervi comprimendo il midollo spinale e le radici nervose.

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.