Facebook Twitter YouTube Rss
Loading

Esami e Diagnosi della Sacroileite

Disturbi

Esami e Diagnosi della Sacroileite


A- A+

Molte persone con Sacroileite passano mesi, addirittura anni, senza che le sia correttamente diagnosticato questo disturbo. Il fatto è che la Sacroileite a volte può essere molto difficile da diagnosticare.

Le articolazioni sacro-iliache sono così vicine alle ossa della colonna vertebrale lombare e dell'anca (la base della colonna) che possono verificarsi, come di fatto succede, che si confonda con altre cause di dolore alla schiena bassa, come un’ernia del disco o una sporgenza del disco. In tutti questi casi il sintomo principale è il dolore nella parte bassa della schiena.

Ci sono diverse prove che possono aiutare lo specialista della colonna vertebrale a determinare se si soffre di un problema di Sacroileite. Il primo passo è una visita di uno specialista (se non avete trovato uno specialista è possibile utilizzare il nostro motore di ricerca di Specialisti).

Durante l'esame, il medico, solitamente chiede circa la storia medica del paziente ed è in grado di eseguire alcuni semplici test per identificare la fonte del dolore. Ad esempio, il medico può eseguire un test muscolare per determinare se la fonte del dolore sono proprio le articolazioni.

Questo test si esegue stando sdraiati sulla schiena. Il medico chiederà che si realizzino specifici movimenti (flessione, rotazione ed estensione dell'anca) per stabilire se il dolore ha origine nelle articolazioni. Uno di questi è quello di mettere pressione sulle aree delle articolazioni sacro-iliache.

Se il medico non è ancora sicuro di quale sia la causa del dolore potrebbe ordinare altri test, quali:

  • Raggi X. È possibile effettuare una radiografia del bacino, anca o colonna lombare per determinare le cause del dolore.
  • TAC. Quest’esame da al medico uno sguardo dettagliato a livello delle articolazioni e delle ossa.
  • Risonanza Magnetica. Fornisce uno sguardo da vicino dei tessuti molli (come i muscoli e i legamenti) e può mostrare se c'è infiammazione nell'articolazione sacro-iliaca.
  • Scintigrafia ossea. Si esegue se si sospettano anomalie delle ossa. Questo test può determinare se alcune zone delle ossa sono infiammate.
  • Analisi di Laboratorio. Il medico può richiedere un’analisi del sangue se sospetta che sia un’infezione la possibile causa dell'infiammazione.
  • Se questi esami non mostrano segni di Sacroileite, allora il medico può utilizzare un'iniezione per diagnosticare la malattia. Questo è uno dei metodi più accurato per la diagnosi Sacroileite.

    Le iniezioni contengono un farmaco paralizzante (ad esempio novocaina). Si inietta uno steroide (ad esempio cortisone) nell’articolazione. Se l'iniezione allevia il dolore significa che l’articolazione è probabilmente la fonte del dolore.

    Queste iniezioni vengono solitamente eseguite con l'aiuto dei raggi X per assicurare che siano applicate direttamente nell’articolazione.

Se attraverso questi esami lo specialista diagnostica che si tratta effettivamente di Sacroileite, allora si potrà iniziare a valutare le varie misure per trattare la condizione. 


Ultimo aggiornamento: 27/06/2012

Pagine
1

Trova uno Specialista

Le informazioni che pubblica SaluteSchiena.com non sostituiscono nessuna consulenza medica. Rivolgiti sempre ad un medico circa le tue condizioni di salute o problemi alla schiena per ottenere una diagnosi e il trattamento su misura per il tuo caso in particolare. L'utilizzo della pagina SaluteSchiena.com è subordinato all'accettazione delle nostre Condizioni d'Uso.

2012 Vitacare Media/SaluteSchiena.com. Tutti i diritti riservati.